Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

Il bordo vertiginoso delle cose

INCIPIT

Come ogni mattina entri nel solito bar per fare colazione. Da quando vivi solo – da parecchio, ormai – non ti riesce di fare colazione a casa. La cena, a volte il pranzo, sì. Chissà perché, invece, la colazione no. Così ogni mattina vai al bar. A volte resti in piedi al bancone, altre volte ti siedi a un tavolino e te la prendi più comoda. Non c’è una regola, dipende da come ti senti – come non ti senti -, dal tempo, dagli impegni o dalla loro assenza, dal caso. Non lo sai perchè a volte ti siedi e a volte no. Oggi ti siedi, e sul tavolino è poggiato un quotidiano. Così, aspettando il caffè e la brioche, sfogli distrattamente le pagine, leggendo i titoli. Sempre per dire del caso: ci sono due fogli attaccati. Non si vogliono separare e tu stai quasi per lasciar perdere quando, alla fine, le pagine si aprono e ti ritrovi nel bel mezzo della cronaca nera e giudiziaria. C’è l’arresto di un assessore; c’è il resoconto delle indagini su un omicidio, in cui il sospettato è il compagno della vittima; e poi c’è la notizia di una tentata rapina a un furgone portavalori finita con l’arrivo dei carabinieri, con un conflitto a fuoco, con l’uccisione di uno dei rapinatori, con l’arresto di altri due. Di regola non leggi questo tipo di pezzi. Invece quell’articolo lo leggi, attirato dal titolo. Paura nel centro di Bari.

Gianrico Carofiglio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: