Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

Paesi che ho visitato leggendo

Viaggiare è un’esperienza bellissima! E quando non lo si può fare fisicamente, perché non farlo leggendo? Attraverso le opere di scrittori e poeti si possono conoscere Paesi, culture, usanze… Nella mia lunga vita di lettrice ho girato tantissimi luoghi: qui vi parlo di quelli che ho recensito da quando ho iniziato il mio blog. Buon viaggio!

viaggiare mezzi

Albania

Ismail Kadare, L’aquila

Ismail Kadare, La Bambola

Ornela Vorpsi, Il paese dove non si muore mai

Algeria

Kaouther Adimi, La libreria della rue Charras

Argentina

Manuel Puig, Il tradimento di Rita Hayworth

Marco Denevi. Rosaura alle dieci

Ricardo Romero. Storia di Roque Rey

Bosnia

Paolo Rumiz, La cotogna di Istanbul

Izet Serajlić, ricordando Sarajevo

Bulgaria

Miroslav Penkov. A est dell’Occidente

Cambogia

Fröberg Idling. Canto della tempesta che verrà

Canada

Miriam Toews. I miei piccoli dispiaceri

Miriam Toews, Un complicato atto d’amore

Miriam Toews, In fuga con la zia

Miriam Toews, Donne che parlano

Cile

Nona Fernández. Chilean electric

Carmen Yanez

Pedro Lemebel: “Le esequie della carogna”

Pedro Lemebel, “Ho paura torero”

Cina

Yu Hua, Il settimo giorno

Colombia

Álvaro Mutis, Maqroll l’errante

Tomás González, Prima c’era il mare

Congo Repubblica Democratica

Alain Mabanckou. Le luci di Pointe-Noire

Danimarca

Jens Christian Grøndahl, Spesso sono felice

Isole Faroe

S.R.H. Jacobsen. Isola

Finlandia

Tove Jansson. Fair play

Arto Paasilinna. L’anno della lepre

Francia

Sylvie Schenk. Veloce la vita

Annie Ernaux. Memoria di ragazza

Romain Gary. La vita davanti a sé

Jean-Baptiste Del Amo. Il sale

Germania

Sylvie Schenk. Veloce la vita

Ghana

Francesca Giommi, Il tesoro degli ashanti. Viaggio in Ghana

Grecia

Durrell, ovvero: Del sorridere leggendo

India

Sunjeev Sahota, L’anno dei fuggiaschi

Iran

Golnaz Hashemzadeh Bonde, Un popolo di roccia e vento

Forugh Farrokhazad. La voce ribelle della poesia persiana

Giuseppe Acconcia, Il grande Iran

Fariba Vafi, Come un uccello in volo.

Irlanda

Brian Friel, Tutto in ordine e al suo posto

Islanda

A.A. Ólafsdóttir, Hotel Silence

Jón Kalman Stefánsson, Storia di Ásta

Israele

Yehuda Amichai, “Ogni uomo nasce poeta”

Eshkol Nevo, La simmetria dei desideri

Italia

Di questo paese ci sono molte tracce…. consultate la categoria Letteratura italiana

Kirghisia

Aitmatov, Melodia della terra

Lettonia

Nora Ikstena. Il latte della madre

Zigmunds Skujiņš. Come tessere di un domino

Libia

Hisham Matar. Nessuno al mondo

Hisham Matar. Anatomia di una scomparsa

Macedonia

Živko Čingo, Grande madre acqua

Malta

Domenico Aliperto, Non conquistammo che sabbia

Messico

Ángeles Mastretta. Donne dagli occhi grandi

Paolo Zambon. Inseguendo le ombre dei colibrì

Nuova Zelanda

Nessuno scompare davvero, Catherine Lacey

Paesi Bassi

C’è silenzio lassù, Gerbrand Bakker

La vedova Van Gogh, Camilo Sánchez

Palestina

Maḥmūd Darwīsh

Perù

Mario Vargas Llosa, Avventure della ragazza cattiva

Portogallo

Isole Azzorre – Donna di Porto Pim, Antonio Tabucchi

Pessoa e gli “inquilini sconosciuti”

Repubbliche baltiche: Estonia, Lettonia, Lituania

Mark Rothko

Jan Brokken, Anime baltiche.

Arvo Pärt, la musica baltica

Lipchitz e Soutine

Roman Kacev/ Romain Gary. Il camaleonte

Repubblica Ceca

Kateřina Tučková, L’eredità delle dee.

Accadde il primo settembre, Pavol Rankov

Lettera d’amore in scrittura cuneiforme, T. Zmeškal

Repubblica Slovacca

Accadde il primo settembre, Pavol Rankov

Russia

Paolo Rumiz, Trans Europa Express

Jan Brokken, Bagliori a San Pietroburgo

L’ultimo amore di Baba Dunja, Alina Bronsky

Jacek Hugo-Bader, Febbre bianca. Un viaggio nel cuore ghiacciato della Siberia

Jacek Hugo-Bader, I diari della Kolyma

Sergej Lebedev. Il confine dell’oblio

Jan Brokken, Il giardino dei cosacchi

Marina Stepnova, Le donne di Lazar’

Scozia

Nelle isole estreme, Amy Liptrot

Ali Smith, Voci fuori campo

John Burnside, La natura dell’amore

Siria

Suad Amiry, Damasco

Spagna

F.G. Lorca: vedi sezione dedicata

Alejandro Palomas, Capodanno da mia madre

Tanta vita, Alejandro Palomas

Alejandro Palomas, El alma del mundo

(Paesi Baschi) Il libro di mio fratello, Bernardo Atxaga

(Paesi Baschi) Patria, Aramburu

(Barcellona) Il cielo di domani. Luca Brunoni

(Catalogna) Alicia Giménez-Bartlett Dove nessuno ti cercherà

(Catalogna) Il testamento dei fiumi, Jesús Moncada

Pedro Salinas, “naufraghi dei cieli”

Ramón Pernas Hotel Paradiso

Lydie Salvayre, Non piangere

Josè Ovejero, L’invenzione dell’amore.

Svezia

J.H. Khemiri, Tutto quello che non ricordo

Il pomeriggio di un piastrellista, Lars Gustafsson

La ricetta del dottor Wasser, Lars Gustafsson

L’imperatore di Portugallia, Selma Lagerlöf

Svizzera

Urs Widmer, Il libro di mio padre

Arno Camenisch, La cura.

Thailandia

Prabda Yoon, Feste in lacrime

Tunisia

L’italiano, Mabkhout

Turchia

Elif Shafak, La bastarda di Istanbul

Tre figlie di Eva, Elif Shafak

Uruguay

Stefano Marelli, Altre stelle uruguayane

U.K.

Jerome/Durrell, ovvero: Del sorridere leggendo

Kazuo Ishiguro, Quel che resta del giorno

David Constantine, La biografa

Barbara Comyns, Chi è partito e chi è rimasto

U.S.A.

John E. Williams, Stoner

Canto della pianura, Kent Haruf

Crepuscolo, Kent Haruf

Benedizione, Kent Haruf

Le nostre anime di notte, Kent Haruf

Tom Drury, La fine dei vandalismi

T. Drury, A caccia nei sogni

Tom Drury, Pacifico

Harper Lee, Il buio oltre la siepe

Stefano Marelli, A dime a dozen

Paradisi minori, Megan Mayhew Bergman

Sarah Manguso, Il salto

Sarah Manguso, Andanza

Val Brelinski, La ragazza che dormì con Dio

Cristina Henríquez, Anche noi l’America

Colson Whitehead, La ferrovia sotterranea

Bernard Malamud, Il commesso

David James Poissant, Il paradiso degli animali

William Saroyan, Ragazzo coraggioso

Vietnam

Kim Thúy, Il mio Vietnam

Viet Thanh Nguyen, I rifugiati.

 

Vari paesi: in questa categoria metto i romanzi o le raccolte di racconti, che sono ambientati in più di un paese, in maniera significativa. Ne è ottimo esempio, la raccolta di Nam Le, il primo post che trovate.

Nam Le, I fuggitivi.  Sono sette racconti ambientati a: Teheran, Hiroshima, New York, Medellin, una cittadina di pescatori sulla costa australiana, Vietnam, Iowa (U.S.A.).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: