Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

Tema lavoro

Il tema del lavoro è presente nella letteratura, sia come protagonista principale della narrazione, che come sfondo degli eventi vissuti dai protagonisti. Si possono citare moltissimi titoli, ovviamente. Ho scritto una lista a cui, man mano, hanno contribuito i lettori che sono passati di qua. Avete qualche titolo che vorreste aggiungere?

AUTORI STRANIERI

Jorge Amado “Terre del finimondo”, “Tocaia”, “Cacao”, “Capitani della spiaggia”, “I padroni della terra”

L.F. Celine “Viaggio al termine della notte”

Joseph Cronin “E le stelle stanno a guardare”, “La cittadella”

Charles Dickens “David Copperfield”, “Tempi difficili”

Elizabeth Gaskell “Mary Barton”

Jennifer Haigh “Torri di Bakerton”

Victor Hugo “I miserabili”

Pierre Lamaitre “Lavoro a mano armata”

Jack London “Martin Eden”

Herman Melville “Bartleby lo scrivano”

Wladislaw Reymont “I contadini”

Anna Seghers “La rivolta dei pescatori di Santa Barbara”

John Steinbeck “Furore”, “Uomini e topi”

Mo Yan “Le canzoni dell’aglio”

Emile Zola “Germinale”

 

AUTORI ITALIANI

Silvia Avallone “Acciaio”

Luca BrunoniIl cielo di domani

Cristiano Cavina “Scavare una buca”

Francesco Dezio “Nicola Rubino è entrato in fabbrica”

Beppe Fenoglio “La malora”

Angelo Ferracuti “Il costo della vita”

Primo Levi “La chiave a stella”

Maurizio Maggiani “La regina disadorna”

Lucio Mastronardi “Il calzolaio di Vigevano”

Edoardo Nesi “Storia della mia gente”

Ottiero Ottieri “Donnarumma all’assalto”

Giuseppe Pontiggia “La morte in banca”

Vasco Pratolini “Metello”

Ermanno Rea “La dismissione”

Italo Svevo “Una vita”

Giovanni Verga “Rosso Malpelo”

Paolo Volponi “Memoriale”

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: