Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

Donna di Porto Pim

INCIPIT

Poiché s tratta di una raccolta di racconti e scritti, riporto l’incipit di quello che dà il nome alla silloge.

Tutte le sere canto, perché mi pagano per questo, ma le canzoni che hai ascoltato erano pesinhos e sapateiras per i turisti di passaggio e per quegli americani che ridono là in fondo e che fra un po’ se ne andranno barcollando. Le mie canzoni vere sono solo quattro chamaritas, perché il mio repertorio è poco, e poi io sono quasi vecchio, e poi fumo troppo, e la mia voce è roca. Mi tocca vestire questo balandrau azzorriano che si usava una volta, perché agli americani piace il pittoresco, poi tornano nel Texas e raccontano che sono stati in una bettola di un’isola sperduta dove c’era un vecchio vestito con un mantello arcaico che cantava il folclore della sua gente. Vogliono la «viola de arame», che dà questo suono di fiera malinconica, e io gli canto modinhas sdolcinate dove la rima è sempre la stessa, ma tanto loro non capiscono e come vedi bevono gin tonic. Ma tu, invece, cosa cerchi, che tutte le sere sei qui?

Antonio Tabucchi

post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: