Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

Il posto perfetto per l’infelicità

INCIPIT

“Madame!”, in bella mostra sopra la mia testa c’è una caricatura di Woody Allen. “Caricature!” È questa la mia caricatura promozionale. All’inizio non ce l’avevo, poi ho visto che davanti al Pompidou quasi tutti i caricaturisti ce l’hanno. La maggior parte dei caricaturisti le fotocopiano dalle riviste; io la mia l’ho disegnata da solo. Per prima cosa ho comprato una rivista di cinema, l’ho sfogliata con attenzione alla ricerca della foto di una faccia nota che fosse adatta. Ero indeciso tra Gérard Depardieu e Woody Allen, tra i loro due nasi appariscenti. Ma la fotografia di Woody era molto più chiara, espressiva, e alla fine ho optato per lui. “Excusez-moi!“, esclamo rivolto a una donna e a un uomo con enormi zaini rossi sulle spalle, intenti a esaminare la mappa della città mentre camminano. “Vous voulez un souvenir de Paris?” Non mi degnano di uno sguardo, muovendo le dita come nel rap indicano qualche cosa sulla mappa dispiegata. Mi guardo intorno, neanche agli altri disegnatori sta andando esageratamente bene; ci provo ancora un po’ di volte, nessuno si gira. Allora vedo una donna, un uomo e un ragazzino che stanno arrivando da rue Rambuteau. Gli vado incontro, indico il ragazzino, comincio a disegnare nell’aria una figura immaginaria col dito. Gli mostro Woody.

Damir Karakaš

post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: