Gli scienziati la pensano diversamente, ma curarsi con i colori è possibile secondo principi antichissimi. È il fondamento della cromoterapia: la tecnica che sfrutta il potere dei colori per portare benefici alla salute. Già gli antichi Egizi aggiungevano pigmenti colorati a sostanze medicamentose per esaltarne le proprietà curative; poi i Romani ma anche i popoli orientali, Indiani e Cinesi, hanno creduto in queste proprietà terapeutiche. Nel tempo si è sempre più consolidata la convinzione che ai colori sia associata la capacità di influire positivamente sulla nostra psiche e, di conseguenza, sul nostro corpo. I praticanti della cromoterapia ritengono che i colori siano in grado di influenzare le funzioni dell’organismo, influendo a livello del sistema metabolico, nervoso ed immunitario.

Da lungo tempo esiste una semiotica dei colori, che parte dalla necessità di analizzare lo spazio e il tempo in cui un colore è inserito per capirne il messaggio. Ma quale sarebbero gli effetti benefici dei colori? Stimolante il rosso, rilassante il blu, riequilibrante il verde, defatigante il giallo. La cromoterapia è di solito combinata con la luminoterapia, una forma di medicina energetica in cui si proiettano cioè dei fasci di luci colorata su tutto il corpo. 

Che siate convinti di questo potere o che siate scettici, di sicuro avete dei colori che vi ispirano sensazioni diverse, in momenti diversi della giornata o della vita. Sensazioni che ripeschiamo quando acquistiamo capi di abbigliamento, fiori, o quando progettiamo l’arredamento della casa, ad esempio.

E quando ci troviamo di fronte ai lunghi scaffali di una rifornita libreria, ci facciamo influenzare dal colore di una copertina? Avevamo già parlato del potere attrattivo delle copertine (QUI), ma esso dipende anche dalle sfumature cromatiche? I colori sono in grado di toccare tasti che accendono la nostra emotività?

Le librerie che abbiamo in casa sono di solito organizzate in ordine alfabetico, o per tipologia di genere – saggi, romanzi, ecc – ma ultimamente è nata la tendenza ad ordinare i libri per colore: se fate un giro sui social o su Pinterest ve ne accorgerete… E date un’occhiata a questo post.

Del resto anche tra i titoli di libri il colore è declinato in millanta modi: dalle 50 sfumature a tutto lo spettro visibile, il messaggio lanciato è molto chiaro.

Gli editori sicuramente utilizzano delle strategie di marketing ben precise, legate ad esempio all’argomento, o alla collocazione geografica: avete notato che le copertine dei libri che parlano di Africa sono quasi sempre rosse o arancioni?

Allora che ne pensate? Vi propongo di mettervi in gioco: scorrete le copertine che vi propongo sotto, divise per colore, e, di getto, dite quale ha catturato più velocemente la vostra attenzione.

ROSSO

BLU

VIOLA

ROSA

VERDE

GIALLO